Crea sito

Obesità! Uno dei principali problemi di salute pubblica

Obesità! Uno dei principali problemi di salute pubblica. L’obesità è causata principalmente da stili di vita scorretti; è quindi una condizione ampiamente prevenibile.

Obesità! Condizione caratterizzata da un eccessivo accumulo di grasso corporeo che determina gravi danni alla salute.Obesità 1

Obesità! Causata principalmente da stili di vita scorretti!

Da una parte, un’alimentazione ipercalorica e dall’altra un ridotto dispendio energetico a causa di inattività fisica.

Obesità! Uno dei principali problemi di salute pubblica a livello mondiale sia perché la sua prevalenza è in costante e preoccupante aumento non solo nei Paesi occidentali ma anche in quelli a basso-medio reddito sia perché è un importante fattore di rischio per varie malattie croniche, quali diabete mellito di tipo 2, malattie cardiovascolari e tumori.

Obesità e sovrappeso sono causa nel 44% dei casi di diabete tipo 2, nel 23% dei casi di cardiopatia ischemica e fino al 41% di alcuni tumori.

Obesità e sovrappeso rappresentano il quinto più importante fattore di rischio per mortalità globale e i decessi attribuibili all’obesità sono almeno 2,8 milioni/anno nel mondo.

obesità 2Secondo dati dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), l’obesità a livello globale è raddoppiata dal 1980 ad oggi; nel 2008 si contavano oltre 1,4 miliardi di adulti in sovrappeso (il 35%).

Nel frattempo, il problema ha ormai iniziato ad interessare anche le fasce più giovani della popolazione: si stima che nel 2011 ci fossero nel mondo oltre 40 milioni di bambini al di sotto dei 5 anni in sovrappeso.

In Italia, il sistema di monitoraggio ‘OKkio alla Salute’ del Centro nazionale di prevenzione e Controllo delle Malattie (Ccm) del Ministero della Salute, ha riportato che il 22,9% dei bambini tra gli 8-9 anni di età è in sovrappeso e l’11,1% in condizioni di obesità (dati relativi all’anno 2010).

Il progetto Hbsc-Italia (Health Behaviour in School-aged Children), uno studio internazionale a cui aderisce anche l’Italia, nel 2010 ha evidenziato che la frequenza dei ragazzi in sovrappeso e obesi è più elevata negli 11enni (29,3% nei maschi e 19,5% nelle femmine), che nei 15enni (25,6% nei maschi e 12,3% nelle femmine).obesità 3

Dato particolarmente preoccupante, perchè il fenomeno obesità è in espansione e colpisce più frequentemente le generazioni più giovani.

Secondo i dati raccolti nel 2010 dal sistema di sorveglianza Passi, in Italia il 32% degli adulti è sovrappeso, mentre l’11% è obeso. 

“Passi d’argento”, il sistema sperimentale (avviato in 7 Regioni italiane) di sorveglianza della salute della popolazione anziana, indica che nella popolazione tra i 65 e i 75 anni di età sono obesi o sovrappeso il 60% degli individui; tra i 75 e gli 84 anni le persone obese o sovrappeso sono il 53% e tra gli ultra 85enni il 42%.

attività fisica 1Obesità e sovrappeso sono causati principalmente da uno squilibrio tra apporto e consumo energetico.

Oggi si consumano cibi più ricchi di calorie (zuccheri e grassi) rispetto al passato, ci si muove meno, si trascorrono più ore seduti al lavoro o a scuola, mancano spazi per attività fisica soprattutto nelle città, aumenta il tempo trascorso davanti alla televisione, al computer, ai videogiochi.

Raramente l’obesità è causata da condizioni genetiche (es. sindrome di Prader Willi) o da malattie endocrine quali la sindrome di Cushing (aumenta la produzione di cortisolo da parte delle ghiandole surrenali) o da un cattivo funzionamento della tiroide (ipotiroidismo).

Alcuni farmaci (antidepressivi, antipsicotici, cortisonici, pillola anticontraccettiva) possono indurre un aumento di peso.

Avere molti chili di troppo comporta una serie di conseguenze a breve e a medio- lungo termine.

Le persone obese nella vita di tutti i giorni presentano affanno, sudano profusamente e russano.

obesità e problemi di salute1Questa condizione (sindrome delle apnee notturne) comporta una scarsa ossigenazione del sangue mentre si dorme e aumenta il rischio di ipertensione e malattie cardiovascolari (ictus e infarto).

Hanno sonnolenza diurna, problemi alle articolazioni, problemi della sfera psicologica (bassa autostima) che possono sfociare nella depressione.

A lungo termine l’obesità aumenta il rischio di sviluppare ipertensione arteriosa, diabete di tipo 2 e tumori.

Obesità e sovrappeso sono condizioni associate ad elevata mortalità e rappresentano un fattore di rischio per malattie croniche quali: malattie cardiovascolari (in particolare infarto e ictus), ipertensione, diabete mellito di tipo 2, sindrome metabolica, alcune forme di tumori (in particolare tumore dell’endometrio, del colon retto, renale, della colecisti, della prostata e della mammella).

L’obesità aumenta anche il rischio di malattie della colecisti (calcoli) e delle malattie muscolo-scheletriche (in particolare artrosi degenerativa).

Le informazioni pubblicate sono prese dal sito ufficiale del Ministero della Salute Italiano (vedi link sotto).      Data di pubblicazione: 10 gennaio 2014, ultimo aggiornamento 10 gennaio 2014
  www.salute.gov.it
http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?lingua=italiano&id=175&area=Malattie_endocrine_e_metaboliche

Dati allarmanti? … Certamente SI!

La soluzione? “Personal Wellness Coaching”

Non perdere tempo! Compila il form! Iscriviti subito!

Consulenza