Crea sito

Il pomodoro è un frutto !?

Sapevate che in realtà il pomodoro è frutta?

L’altra sera stavo mangiando una fresca insalata mista. Pensando al pomodoro e a come cresce, rispetto agli altri ingredienti dell’insalata, mi sono chiesto se in realtà non fosse un frutto.

Riflettendoci, dovete ammettere che, crescendo su una pianta la raccolta avviene più come per una mela o i lamponi piuttosto che per l’insalata.

Sembra incredibile, ma molti di vegetali sono assai più simili di quanto ci si possa aspettare.

Infatti, se chiedessi ad un esperto di botanica dov’è la differenza tra frutta e verdura, egli ti direbbe che la risposta non è poi così scontata. Che non esiste una distinzione netta tra i due tipi di vegetali.

La stessa domanda rivolta ad un cuoco avrebbe un’altra risposta. Risponderebbe che la differenza esiste ed è enorme perché, mentre le verdure sono protagoniste delle portate principali, la frutta, fresca e zuccherina, è perfetta come chiusura del pasto.

Come stanno le cose?

Definizione dal punto di visto Botanico:

la distinzione tra frutta e verdura si basa sulla morfologia e sulla funzione della parte della pianta presa in esame.

Il frutto, secondo la botanica, è la parte anatomica della pianta che viene prodotta attraverso la fecondazione e la trasformazione dell’ovario del fiore.

Lo scopo principale di un frutto è quello di contenere i semi all’interno per proteggerli e nutrirli durante la fase del loro sviluppo. Inoltre, il frutto, ha anche l’importante funzione di diffondere i semi favorendo così la riproduzione.”

Se la vediamo così, allora il pomodoro è un frutto!

Il termine “Verdura” non ha alcun significato dal punto di vista botanico.

Adesso riesco già a sentire i commenti dei cuochi che stanno leggendo questo articolo …

… proprio perché la parola verdura appartiene all’ambito della cucina e al linguaggio comune.

In genere, con questa parola, ci si riferisce a diverse parti della pianta come le foglie (lattuga, broccoli), i gambi (sedano, asparago), radici (carote), ma anche ai bulbi (aglio, cipolla).

L’unica distinzione, in termini scientifici, che si può operare per determinare la differenza che c’è tra frutta e verdura viene fatta in base al contenuto di alcuni nutrienti.

Tutti i vegetali dal sapore dolce e che possono essere consumati senza cottura vengono considerati come frutti. Invece, ortaggi come la melanzana, le zucchine o i pomodori rientrano nella categoria delle verdure.

Infatti, la frutta contiene elevati quantitativi di fruttosio, uno zucchero che le conferisce il sapore dolce.

Mentre le verdure sono povere di fruttosio ma ricche di fibre e per questo il loro sapore risulta più deciso e amarognolo.

In conclusione

Posso dire che, indipendentemente se chiamo “frutta o verdura”, tutti sono vegetali che contengono tanti nutrimenti che ci aiutano a stare bene.

Qualcuno preferisce più l’uno e qualcuno più l’altro. E a qualcuno non piace nessuno dei due!

Fatto sta che tutti i nutrimenti che contengono sia la frutta che la verdura servono al nostro organiamo per mantenerci in salute.

Quando non riuscite a mangiare, ogni giorno, almeno le 5 porzioni consigliate, di diverso colore, dovete aiutarvi con un integratore alimentare.

Aiutatevi con i nostri Multivitaminici Uomo/Donna, appositamente pensati per le diverse esigenze dei due sessi.

Tutti giorni 2 compresse e la tua salute sarà splendida.

Ti piace Vivere Meglio Blog ?

Per essere sempre aggiornato, per ricevere buoni sconto e molto altro …

Iscriviti alla nostra newsletter

Benchmark Email


Dillo ai tuoi amici e Condividi sui Social